APMARR, malattie reumatologiche e liste d'attesa infinite: presentata dall'Onorevole Savino un'interpellanza parlamentare - Axess PR
Loading
APMARR, malattie reumatologiche e liste d’attesa infinite: presentata dall’Onorevole Savino un’interpellanza parlamentare

Roma, 6 agosto 2020 – Le liste di attesa per le persone affette da patologie reumatologiche risultano essere oggi, anche alla luce dell’emergenza Covid-19, sovraccaricate oltre ogni possibile accettabile limite. La preoccupazione e l’allarme lanciati dall’Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare – APMARR APS arrivano in Parlamento grazie all’interpellanza presentata ieri alla Camera dei Deputati dall’onorevole Elvira Savino (Forza Italia) nella quale, rivolgendosi al Ministro della salute Roberto Speranza, chiede “cosa il Governo intenda materialmente fare e quali iniziative concrete preveda di intraprendere al fine di sciogliere il nodo inaccettabile di un tale sovraccarico e risolvere o quanto meno ridurre in tempi ragionevoli la grave ed estesa problematicità che riguarda le liste d’attesa che pregiudica attualmente il diritto alle cure e il diritto alla salute del cittadino nonché l’efficienza e l’efficacia di un anello cruciale del servizio sanitario nazionale”.

In Italia le persone affette da patologie reumatologiche sono oltre 5,5 milioni e come sottolineato dall’onorevole Savino “per questi pazienti è assolutamente cruciale l’importanza di giungere ad una diagnosi precoce che consenta di prevenire ed evitare crescenti sofferenze e serie complicanze che andrebbero ad aumentare sensibilmente il rischio di invalidità”. In questo contesto l’emergenza Covid-19 ha provocato “gravi ritardi ed un accumulo ulteriore con un maggiore infittimento delle liste d’attesa già cariche in epoca pre-COVID-19. Controlli, visite ed esami già prenotati sono stati sospesi e posposti a data da destinarsi, producendo un aggravamento del carico sintomatico ed un senso di concertato abbandono e di incertezza in pazienti già pesantemente provati dalla patologia con un non trascurabile impatto psico-emotivo a peggiorare il tutto”.

“Le liste di attesa, aggravate dall’emergenza Covid, costituiscono un problema molto rilevante e grave per i pazienti e deve essere affrontato con energia e tempestività. Ho accolto la segnalazione di APMARR nello spirito di una collaborazione costante fra associazioni pazienti ed Istituzioni, presentando un’interpellanza a presidio del diritto alla salute” spiega l’On. Elvira Savino del Gruppo Forza Italia.

“Le liste d’attesa per potersi sottoporre a una visita o ad un esame specialistico per le persone affette da patologie reumatologiche hanno raggiunto, nell’era post-Covid-19, dei livelli di lunghezza preoccupanti – dichiara Antonella Celano, presidente di APMARR APS – Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare. Si pensi che già prima dell’emergenza sanitaria le attese per poter fissare una visita o effettuare un esame specialistico presso una struttura sanitaria pubblica superavano anche i 6/8 mesi e in alcuni casi addirittura l’anno. Ovvio che le persone in stato di fragilità economica non potevano e non possono sopperire a ciò rivolgendosi al privato. Con l’arrivo del Covid-19 controlli, visite ed esami già prenotati dalle persone con malattie reumatologiche sono stati sospesi e rinviati a data da destinarsi, con gravi ripercussioni sulla qualità della loro vita quotidiana. Ringrazio l’onorevole Savino per l’iniziativa portata avanti in sede parlamentare e faccio appello al Ministro della salute Roberto Speranza affinché possa risolvere o quanto meno ridurre in tempi ragionevoli la grave ed estesa problematicità che riguarda il tema delle liste d’attesa”.  

CONDIVIDI

INIZIAMO A LAVORARE

PARLACI DEL TUO PROGETTO

Contattaci