Celano, APMARR: 1 milione e 400 mila italiani, pazienti e caregiver, in guerra ogni giorno contro le malattie reumatiche invalidanti. APMARR, appello al Ministro della Salute Speranza: “Ci incontri, non vogliamo più sentirci pazienti di Serie B”. - Axess PR
Loading

Roma, 10 ottobre 2019 – 7 persone su 10 affette da patologie reumatologiche sono costrette a subire lunghe liste d’attesa prima di poter fare una visita e/o un esame specialistico in una struttura pubblica. Oltre la metà delle persone (57%) lamenta l’insufficienza nel numero di centri di reumatologia presenti sul territorio. Quasi 4 persone su 10 faticano a trovare uno specialista reumatologo per le cure.
Questi sono alcuni dei dati emersi dal 2°rapporto APMARR-WeResearch “Vivere con una malattia reumatica”, che ha visto coinvolte oltre 1020 persone con patologie reumatiche, presentato oggi a Roma presso la Sala degli Atti Parlamentari Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini”. Sono oltre 5 milioni, infatti, gli italiani, che convivono faticosamente con malattie reumatiche, ma di questi sono ben 700 mila quelli colpiti da patologie reumatologiche severe e che comportano gravi problemi di disabilità. Numeri impressionanti anche perché sconosciuti ai più che erroneamente confondono per esempio i reumatismi con l’artrite reumatoide o il lupus eritematoso e le altre 150 patologie reumatiche di grado severo. E se aggiungiamo i caregiver, le cifre raddoppiano immediatamente e si arriva a un esercito di quasi 1 milione e mezzo di persone che tutti i giorni devono lottare con i disagi e la sofferenza che derivano da queste malattie subdole e invalidanti.

CONDIVIDI

INIZIAMO A LAVORARE

PARLACI DEL TUO PROGETTO

Contattaci