Francolino, ORSAN :“Peccato non poter accogliere l'invito del Papa e pregare insieme ai nostri cari, la maggior parte delle RSA sono chiuse" - Axess PR
Loading

Monza, 23 luglio 2021 – “A giorni scadrà l’ordinanza dell’8 maggio e ancora non ci sono notizie sul rinnovo o sul miglioramento della stessa. Chiediamo solo tre cose : che almeno un familiare dotato di green pass abbia accesso libero 7 giorni su 7 alla RSA ; che gli ospiti ricoverati non siamo sottoposti a quarantena dopo le uscite e che si obblighino le RSA ad aumentare durata e frequenza delle visite 7/7 sempre programmate. Speriamo che Papa Francesco ci possa sostenere con le sue preghiere”. Sono le parole di Dario Francolino, presidente di ORSAN – Open RSA Now che rivolge un personale appello anche al Pontefice che domenica 25 luglio ha indetto la prima giornata mondiale dei nonni e degli anziani. Il Dicastero ha dato indicazioni perché ogni diocesi riservi un momento speciale agli anziani a livello locale, e ha raccomandato soprattutto ai giovani di fare visita ai nonni. “Peccato non poter accogliere l’invito del Papa – conclude Francolino – noi abbiamo i nostri cari residenti in RSA e la domenica quasi tutte le RSA sono chiuse ai parenti per mancanza di personale. È una situazione ormai insostenibile”.

Il Comitato ORSAN si sta organizzando per preparare entro il 29 luglio un esposto nei confronti del Ministero della Salute, delle Regioni e delle ATS.

CONDIVIDI

INIZIAMO A LAVORARE

PARLACI DEL TUO PROGETTO

Contattaci