Le Rsa sono ormai quasi tutte covid-free, il 76% degli ospiti sono vaccinati. L’appello del comitato ORSAN - Open Rsa Now al Governo Draghi: “Subito una data per il via libera alle visite in presenza dei familiari” - Axess PR
Loading
Le Rsa sono ormai quasi tutte covid-free, il 76% degli ospiti sono vaccinati. L’appello del comitato ORSAN – Open Rsa Now al Governo Draghi: “Subito una data per il via libera alle visite in presenza dei familiari”

Monza, 14 aprile 2021 – I parenti e familiari degli oltre 350mila ospiti ricoverati nelle 7.372 strutture residenziali socio assistenziali (RSA) italiane (fonte: Ministero della Salute (2019) Annuario Statistico del Servizio Sanitario Nazionale, anno 2017) alzano la voce e chiedono al Governo una data certa per la ripresa, in presenza e nel pieno rispetto dei protocolli sanitari, delle visite all’interno delle strutture residenziali e semiresidenziali che si occupano di assistenza agli anziani e ai disabili fisici e psichici. “Da ormai più di un anno, causa Covid, familiari e amici non possono sfiorare, guardare negli occhi o stringere una mano ai propri cari ricoverati all’interno delle RSA – denuncia Dario Francolino, presidente del neo costituito comitato ORSAN – Open RSA Now . Al massimo lo possono fare solo attraverso le ‘sale degli abbracci’, quando esistono, o delle fredde videochiamate. Occorre fare di tutto, visto anche l’arrivo della bella stagione con la possibilità di incontrarsi all’aperto, per riportare i nostri anziani e le loro famiglie alla normalità di relazione, fatta dell’odore che emana un corpo conosciuto, di voci che arrivano chiare, di incroci di sguardi limpidi. Cose che solo le visite in presenza permettono, non certo il vetro e nemmeno il nylon, surrogati artificiali e ora anche inutili visto che, al 10 aprile, il 91% degli ospiti delle RSA italiane hanno ricevuto almeno una dose del vaccino anti-Covid 19 e i rischi di contagio si sono notevolmente ridotti. Il nostro slogan è: Dalle poche stanze degli abbracci ai tanti abbracci nella stanze. Perché un abbraccio allunga la vita. Serve indicare subito una data certa per la ripartenza delle visite in presenza dei familiari nelle RSA”.

CONDIVIDI

INIZIAMO A LAVORARE

PARLACI DEL TUO PROGETTO

Contattaci