Comunicare la responsabilità sociale d'impresa- Axess PR
Loading

La responsabilità sociale delle imprese è una caratteristica di spicco all’interno del business di un’azienda, abbracciando temi quali l’etica aziendale, la global corporate citizenship e la gestione dei rapporti con gli stakeholder. Inoltre, il marchio aziendale è molto importante per mantenere e attirare nuovi clienti e per questo motivo, per un’azienda, riuscire a costruirlo sulla base dei principi della Corporate Social Responsibility (CSR) può essere uno strumento potente ed efficace, da sfruttare.

Il  10 marzo 2014 la Confederation of Indian Industry – Southern Region (CII-SR), nel corso di una conferenza a Chennai, ha lanciato un cortometraggio sulla Corporate Social Responsibility (CSR).

L’obiettivo? Aumentare la consapevolezza delle aziende di tutto il mondo sul tema, motivandole a intraprendere iniziative concrete sulla responsabilità sociale d’impresa. Tra queste un primo esempio è rappresentato dalla stesura di un sustainability report o rapporto di sostenibilità.  

Come comunicare la responsabilità sociale delle imprese - Axess PR  Come comunicare la CSR3

Il sustainability report

Il sustainability report è un rapporto pubblicato annualmente da una società o organizzazione sugli impatti economici, ambientali e sociali causati dalle sue attività quotidiane. Quest’ultimo presenta anche i valori dell’organizzazione e il suo modello di corporate governance, mostrando il legame esistente tra la sua strategia di business e l’impegno a favore dello sviluppo di un’economia sostenibile. Il rapporto di sostenibilità redatto da un’azienda è un passo fondamentale per la comunicazione, verso l’esterno (a opinione pubblica e media), delle attività di responsabilità sociale d’impresa  adottate oltre alla misurazione del coinvolgimento degli stakeholder.

Es. Ikea, Ups, Illy, Roche

Per le organizzazioni e le associazioni i rapporti sulla sostenibilità aggiungono valore in diverse aree del business, contribuendo a:

  • Costruire fiducia: La trasparenza nei comportamenti di carattere non finanziario può aiutare l’azienda a ridurre i rischi per la sua reputazione, aprire un dialogo con gli stakeholder, dimostrando di seguire la giusta direzione.
  • Migliorare il processo produttivo: Arrivare a una riduzione dei costi, misurando e monitorando voci quali il consumo di energia, l’utilizzo e il consumo dei materiali e i rifiuti
  • Progressi nella visione strategica: Possono portare all’elaborazione di visioni e strategie organizzative più solide e ad ampio raggio
  • Riduzione dei costi di conformità: Misurare le prestazioni in termini di sostenibilità può aiutare le aziende a soddisfare efficacemente i requisiti normativi, evitando gli effetti di possibili costose violazioni.

Il report sulla responsabilità sociale d’impresa aderisce, generalmente, alle seguenti linee guida:

  • Impostare obiettivi chiari: Un’azienda deve dimostrare che quella della responsabilità sociale d’impresa è una questione seria
  • Fissare obiettivi progressivi: Gli obiettivi devono essere progressivi nel portare verso nuove aspirazioni
  • Coinvolgere gli stakeholder: Gli obiettivi e i traguardi da raggiungere dovrebbero includere questioni rilevanti per gli stakeholder
  • Trasparenza: I rapporti di sostenibilità redatti devono essere onesti e trasparenti
  • Affidabilità: I dati sulle prestazioni di un’azienda devono essere rigorosamente valutati e verificati da revisori credibili
Come comunicare la responsabilità sociale delle imprese - Axess PR  Come comunicare la CSR2

La responsabilità sociale d’impresa come attività di public relation?

A volte i rapporti sulla sostenibilità riguardano però più lo stile che la sostanza. Le aziende infatti devono rispondere pienamente alle aspettative degli stakeholder garantendo loro, grazie alla promozione di pratiche commerciali intelligenti in ambito di corporate social responsibility, un miglioramento e un’integrità costanti. 

Di contro le pubbliche relazioni segnalano degli eventi che si verificano o mettono in mostra una storia di eventi e tendenze: il pericolo si verifica quando la vetrina viene prima del lavoro effettivo fatto.

Le aziende che non comprendono che la responsabilità sociale d’impresa riguarda la sostenibilità e l’integrità del business tanto quanto i programmi sociali, spesso commettono l’errore di trasformare la Corporate Social Responsibility in un problema di marketing o public relation. Così facendo essenzialmente fanno dell’“ambientalismo d’accatto” per la loro compagnia.

Corporate Social Responsibility, tre modalità standard di comunicazione

  1. Strategia dell’informazione agli stakeholder

               In questa strategia abbiamo un’informazione unidirezionale. Gli stakeholder, dopo aver richiesto maggiori informazioni sull’impegno portato avanti dall’azienda sul tema della Corporate Social Responsibility, possono agire, grazie alla loro influenza, da sostenitori o da oppositori al piano. All’identificazione del focus dei programmi di responsabilità sociale d’impresa pensano, in maniera esclusiva, i massimi dirigenti dell’organizzazione. Il compito della comunicazione strategica è quello di informare gli stakeholder sulle decisioni e le azioni più favorevoli adottate dall’azienda in ambito di Corporate Social Responsibility mentre il dipartimento che si occupa della comunicazione aziendale realizzerà un concept accattivante per veicolare al meglio le iniziative intraprese, senza dover necessariamente ottenere il via libera delle terze parti.

  1. Strategia di risposta agli stakeholder

               Abbiamo un’informazione al pubblico asimmetrica e bidirezionale. Gli stakeholder devono essere rassicurati sul fatto che l’azienda sia etica e socialmente responsabile e potranno così rispondere alle azioni intraprese da quest’ultima in ambito CSR. Anche qui sono i vertici aziendali ad identificare il focus dei programmi di Corporate Social Responsibility, valutando tutti i feedback ricevuti attraverso sondaggi, conversazioni, reti e partnership. Compito della comunicazione strategica è quello di dimostrare agli stakeholder in che modo l’azienda ha tenuto conto delle preoccupazioni da loro manifestate mentre la comunicazione aziendale identifica gli stakeholder più rilevanti. L’endorsement delle terze parti alle iniziative in ambito CSR dell’azienda avviene grazie all’integrazione degli elementi emersi da indagini, classifiche e sondaggi. 

  1. Strategia di coinvolgimento degli stakeholder

               Anche qui abbiamo un’informazione al pubblico bidirezionale e asimmetrica. Gli stakeholder sono coinvolti, partecipano, interagiscono, concordano e suggeriscono ai vertici aziendali, in un’ottica di co-costruzione, gli impegni e le azioni da sviluppare in ambito CSR. Le attività di comunicazione strategica invitano a stabilire un dialogo frequente, sistematico e proattivo con gli stakeholder attraverso opinionisti, critici delle iniziative aziendali e media con il dipartimento di comunicazione aziendale impegnato a costruire relazioni. Gli stessi stakeholder sono dunque coinvolti nella diffusione del messaggio costruito dall’azienda in tema di responsabilità sociale d’impresa.

CONDIVIDI

Numeri precedenti

INIZIAMO A LAVORARE

PARLACI DEL TUO PROGETTO

Contattaci