Italia palcoscenico della TV - Axess PR
Loading

L’Italia ha da sempre ricoperto, nell’immaginario estero, il ruolo di luogo magico, quasi
onirico. Con le sue bellezze naturali e architettoniche è da sempre destinazione sogno per le vacanze di molti stranieri come americani, russi e cinesi. Alle volte, chi in Italia è nato e
cresciuto si dimentica di quanto sia effettivamente bello il nostro paese e soprattutto di
quanto sia realmente unico e ricco, da nord a sud, di paesaggi, panorami, spiagge,
montagne e città che ogni hanno tolgono il fiato a milioni di turisti.
L’Italia e gli italiani hanno fatto di questo amore che viene dall’estero un vero e proprio
pilastro portante dell’economia nazionale. Il turismo per l’economia italiana rappresenta
circa il 13% del PIL totale del paese, per un valore di circa 232 miliardi di euro l’anno. Non
c’è perciò da meravigliarsi se nell’era Covid-19, fatta di confini chiusi e voli cancellati, la
mancanza degli stranieri nelle nostre città si faccia sentire e parecchio.
Ma non c’è dubbio che tanto quanto ai commercianti italiani manchino i turisti stranieri
allo stesso modo il nostro paese manca a coloro che avevano programmato per la loro
estate 2020 un’avventura tutta italiana. Come soddisfare allora quella voglia di italianità
che ogni anno colpisce milioni di turisti da tutto il mondo, come gli oltre 4,4 milioni di
americani che da anni scelgono l’Italia e le sue bellezze come meta per le loro vacanze?
Facile, basta accendere la televisione.

Da sempre l’Italia è stata scelta come palcoscenico di grandi film, prestandosi a diventare scenografia per fantastiche storie d’amore come Vacanze Romane (1953- William Wyler)
oppure intrigante labirinto per avvincenti thriller come The Tourist (2010- Henckel von
Donnersmarck). Il nostro paese è diventato negli anni sempre più, nell’immaginario comune, un luogo magico che si trova nel punto di mezzo tra contemporaneo e antico, tra
modernità e classicità.

Oltre alle nostre fantastiche città, spesso veri e propri musei a cielo aperto, è la nostra
stessa cultura, stile di vita e cucina, perfetto mix tra progresso e tradizione, tra raffinatezza e semplicità, ad attirare a sé così tante persone da così tanti paesi diversi. E così nel mondo
cinematografico l’Italia è diventata sinonimo di estati bucoliche che cambiano la vita e di fitti misteri legati al nostro immenso passato.

Italia palcoscenico della TV - Axess PR  Vacanze romane 1 1
Fermo immagine dal film Vacanze Romane con Audrey Hepburn e Gregory Peck

Negli ultimi mesi l’Italia ha però riscoperto un suo ruolo di rilievo anche nelle serie
televisive, grazie all’uscita di serie come Curon (2020- Fabio Mollo/ Lyda Patitucci), serie
televisiva di genere giallo ambientata in Trentino-Alto Adige, sulle rive del Lago Resia. A settembre invece, per chi ha un animo più romantico, uscirà la serie televisiva We Are
Who We Are
(2020- Luca Guadagnino), ultimo lavoro del regista siciliano che ancora una
volta sceglie un’ambientazione tutta italiana per questo suo nuovo racconto su
adolescenza e amore. Oppure, per gli appassionati di thriller e film d’azione, La Casa de
Papel
(2017- Alex Pina), serie televisiva spagnola che ha riscosso un’enorme successo a
livello mondiale e che ha scelto Firenze come ambientazione per alcune scene per la sue
terza stagione.

Italia palcoscenico della TV - Axess PR  Lago di Resia 1
Lago di Resia in Trentino-Alto Adige dove è ambientata la nuova serie Curon

Durante la quarantena tutti noi ci siamo rivolti agli innumerevoli servizi di streaming come
Netflix e Disney+ per tenerci compagnia. Ma soprattutto abbiamo dovuto imparare a
vivere in un mondo in cui molte delle esperienze a cui eravamo abituati, come concerti,
fiere e visite a musei hanno dovuto cambiare la loro stessa essenza.

In un momento in cui moltissime esperienze sono passate dall’essere fisiche a dover
diventare, per motivi di sicurezza digitali, può anche l’amore per l’Italia trasformarsi in
forma digitale? Forse, ma sicuramente tutte quelle persone che per quest’anno non
potranno passare le proprie vacanze sulle nostre spiagge mediterranee o in qualche
borghetto arroccato potranno, almeno per il momento, continuare a godersi le nostre bellezze attraverso uno schermo e perché no, magari prendere spunto da qualche serie per organizzare un viaggio per la prossima estate.

CONDIVIDI

Numeri precedenti

INIZIAMO A LAVORARE

PARLACI DEL TUO PROGETTO

Contattaci